COF Lanzo Hospital - I Diritti del paziente della nostra Clinica specialistica nel settore ortopedico e fisioterapico
download versione pdf
Diritti del paziente
I medici e gli operatori sanitari devono garantire un'informazione chiara, semplice, essenziale, completa e comprensibile.
Informazione Sanitaria e Consenso Informato
Il paziente ha diritto ad avere informazioni e indicazioni complete e comprensibili da parte del personale medico:
  • sul proprio stato di salute
  • sull'eziologia, durata ed evoluzione della malattia (laddove sia possibile)
  • sulla natura e sugli effetti dei mezzi diagnostici e terapeutici
  • sulle alternative di cura (ove esistano)
  • sulla partecipazione all'elaborazione del piano diagnostico-terapeutico
  • sui riflessi della malattia e delle cure sullo stato e sulla qualità della propria vita
  • su tutti i rimedi terapeutici ed assistenziali esistenti, atti ad evitare o sedare gli eventuali stati di sofferenza e di dolore
Ricevuta un'adeguata informazione sanitaria, è diritto della persona assistita dare o negare il proprio consenso scritto per le analisi e le terapie proposte.
Il medico, senza il consenso dalla persona assistita, non può intraprendere alcuna attività di diagnosi e cura, eccetto nei casi previsti dalla legge, cioè nelle situazioni di necessità ed urgenza e quando il paziente, al momento incapace di esprimere la propria volontà, si trovi in imminente pericolo di vita. Il paziente ha diritto:
  • ad identificare immediatamente gli operatori che lo hanno in cura
  • ad avere informazioni dal medico che lo ha preso in cura
  • ad avere chiarimenti e spiegazioni esaurienti sugli aspetti di natura assistenziale e, nei limiti delle specifiche competenze professionali, sui trattamenti sanitari prestati dal personale infermieristico e tecnico-sanitario
  • alla riservatezza sul suo stato di salute, comunicato ai familiari solo con il suo consenso o nei casi previsti dalla legge
  • ad avere un'informazione chiara e completa sulle sperimentazioni cliniche
  • a partecipare liberamente ad eventuali protocolli di sperimentazione (solo se approvati dal comitato Etico) e ad accedervi solo con la firma del consenso informato.
La Protezione dei soggetti deboli e del bambino
Il paziente ha diritto:
  • ad avere un’assistenza adeguata per soggetti non autosufficienti
  • a vedere riconosciuti i propri diritti
  • ad essere curato da personale sanitario appositamente formato
  • a non subire discriminazioni
  • ad avere la presenza costante di un familiare e/o conoscente se in età pediatrica
  • ad avere la presenza prolungata, ove possibile, di un familiare e/o conoscente se anziano socialmente debole
  • a mantenere la vita di relazione (per il bambino degente)
  • a continuare la scuola se si tratta di una lunga degenza (per il bambino degente).
Rispetto della dignità della persona
La persona, ricoverata al COF, ha il diritto:
  • a vedere rispettati dalla struttura sanitaria cui si è affidato, tutti i diritti che competono ad ogni essere umano
  • ad essere considerata nella sua totalità unificata di corpo, psiche, spirito
  • a vedere difesa ed onorata la sua libertà, responsabilità ed eticità
  • ad avere un’ospitalità e un trattamento alberghiero secondo livelli di qualità dignitosi
  • ad essere sempre trattata con dignità, individuata con il proprio nome e cognome anzichè con un numero o col nome della propria malattia, interpellata con il "lei" e non con il "tu"
  • al rispetto del proprio pudore fisico e spirituale
  • ad avere le cure che tutti gli altri, a parità di condizioni di bisogno, possono ricevere senza differenze di sesso, di cultura, del proprio credo religioso e della propria etica.
Diritto ad un trattamento corretto dei dati personali
La persona interessata ha diritto che gli venga richiesta l'autorizzazione alla divulgazione del ricovero e a ricevere il modulo per il consenso al trattamento dei dati sensibili.
Rispetto della semplificazione amministrativa e diritto di accesso alla documentazione.
Il paziente ha diritto a presentare autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive, secondo la normativa vigente.
Diritto alla tutela
Il cittadino che ritenga di aver subito un disservizio ha diritto a presentare reclamo.
Prenotazione del ricovero
Il paziente, al momento della prenotazione di un ricovero, ha il diritto di conoscere i criteri della gestione delle liste d'attesa e di ricevere informazioni riguardanti:
  • il tempo di attesa
  • il reparto di assegnazione
  • il luogo e le modalità di accettazione
  • gli effetti personali da portare con sè
Accoglienza
Al momento del ricovero il paziente deve informare sulla sua intenzione di non autorizzare la divulgazione del ricovero. All'atto della valutazione iniziale deve essere rilevato il credo religioso per rispettare le abitudini del paziente. Ha diritto a ricevere:
  • una brochure contenente le principali informazioni sul reparto
  • un questionario per la valutazione della qualità del servizio
  • un modulo per la presentazione di eventuali segnalazioni
Ha inoltre diritto ad avere informazioni:
  • sulle regole di vita in reparto
  • sulle modalità di attivazione dell'assistenza spirituale
  • sulle modalità con le quali sarà richiesto il consenso informato
  • sugli orari di ricevimento dei medici
  • sulle modalità con le quali è possibile reperire informazioni sul suo stato di salute.
Diritti durante il ricovero
La persona assistita ha diritto:
  • ad almeno un colloquio col medico all'inizio del trattamento e uno prima della dimissione
  • a conoscere il nome del Responsabile della Sezione o del Servizio
  • a ricevere adeguate informazioni da parte del personale medico-infermieristico rispetto alle procedure diagnostiche e terapeutiche
  • ad interrompere in qualunque momento il ricovero, contro il parere dei sanitari, previa conoscenza dei rischi connessi e assunzione stesso. L'interruzione del ricovero deve essere documentata e firmata dal paziente in cartella clinica alla presenza del medico
Diritti al momento delle dimissioni
La persona assistita, al momento delle dimissioni, ha diritto:
  • ad avere una lettera di dimissioni
  • a ricevere la documentazione e le informazioni su terapie ed eventuali controlli da effettuare dopo le dimissioni
  • ad avere informazioni infermieristiche (laddove sia necessario)
  • ad avere una copia della cartella clinica e del materiale iconografico, previa richiesta all'ufficio competente.
Diritti sul comfort e sul rispetto dei ritmi di vita
La persona assistita ha diritto ad avere:
  • la disponibilità di telefoni e televisori (utilizzabili in comune o individualmente)
  • la disponibilità di spazi comuni
  • la disponibilità di servizi adeguati per la cura della persona
  • la possibilità di acquistare giornali e riviste
  • la disponibilità di spazi per gli oggetti personali
  • la possibilità di un riposo tranquillo, notturno e diurno
  • l’igiene della stanza e dei luoghi comuni
Diritto al rispetto della morte
L'Ospedale riconosce il diritto:
  • ad una morte umana e dignitosa
  • a trascorrere le ultime ore di vita con il conforto di familiari, parenti ed amici
  • ad essere assistito da un ministro di culto, secondo il proprio credo religioso
Prenotazione ed accesso
Il paziente ha diritto ad avere un sistema di prenotazione per le attività ambulatoriali con una gestione delle liste di attesa trasparente e documentabile. Al momento della prenotazione saranno fornite le seguenti informazioni:
  • data e ora dell'appuntamento
  • nome del medico (ove previsto)
  • ubicazione dell'ambulatorio
  • eventuale preparazione
  • costo della prestazione
Tempi di attesa per l'erogazione delle prestazioni
Il paziente ha il diritto al rispetto dei tempi d'attesa per l'erogazione delle prestazioni. Inoltre, il COF si impegna a rispettare i tempi di attesa per l'erogazione delle prestazioni secondo i criteri dettati dalla Regione Lombardia.